FANDOM


Frasi ricorrentiModifica

  • Non rido dal 1948. (Bloch, da Vivono tra noi, n. 13, 1987)[1]
  • Giuda ballerino! (Dylan Dog, da L'alba dei morti viventi)[2]
  • Groucho! La pistola! (Dylan Dog, da L'alba dei morti viventi)


CITAZIONI DAI VARI ALBI DELLA SERIE Modifica

1. L'alba dei morti viventi, 1986Modifica

  • Mi chiamo Dog. Dylan Dog.[3] (Dylan Dog)
  • Sapete perché i pomodori non dormono? Perché l'insalata russa. (Groucho)
  • Quando non assisto ascolto, quando assisto non ascolto, quando non assolvo acquisto. (Groucho)
  • Lo sapete che quando si spara con un cannone esiste una possibilità su un miliardo di miliardi che il proiettile resti fermo e parta il cannone? (Groucho)


2. Jack lo squartatore, 1986Modifica

  • La vita è breve come la pipì di una farfalla. (Groucho)
  • Per ogni inglese che muore di indigestione ci sono trecentomila indiani che muoiono di fame, la vita è dura dappertutto. (Groucho)
  • Beethoven era talmente sordo che per tutta la vita pensò di essere un pittore. (Groucho)


3. Il fantasma di Anna Never, 1987Modifica

  • Una rosa senza spine va a pile. (Groucho)
  • Vivere è sempre stato un rischio per tutti: conosco tanta gente che ci ha rimesso la pelle. (Groucho)


4. Gli uccisori, 1987Modifica

  • Ho conosciuto anche persone felici. Un mio amico era al settimo cielo, poi è caduto e si è sfracellato. (Groucho)
  • Il colmo per un fumatore distratto? Smettere di fumare perché se ne dimentica. (Groucho)
  • Di proposte di lavoro ne ho a bizzeffe: posso scegliere di fare il clown in un circo o darmi alla politica. Prima però voglio capire che differenza c'è. (Groucho)
  • Cosa dice una donna-poliziotto a un pollo? "Sei in arrosto! Ho un mandato di cottura!" (Groucho)


5. La bellezza del demonio, 1987Modifica

  • C'è chi dice che la vita di tutti è soltanto un sogno. (Dylan Dog)
  • Quasi quasi schiaccio un pisolino, ma ho paura di fargli male. (Groucho)


6. La zona del crepuscolo, 1987Modifica

  • C'era un tale che non andava mai alla stazione dei treni di notte perché aveva paura dei binari morti. (Groucho)
  • Metafisica? Se metà è fisica l'altra metà che è? (Groucho)
  • Chiamamo caso la nostra incapacità di capire l'immenso meccanismo delle casualità. (Dylan Dog)


7. Il ritorno del mostro, 1987Modifica

  • Il camaleonte ha il colore del camaleonte solo quando sta sopra un altro camaleonte. (Groucho)
  • Uccidetemi con delicatezza, sai com'è... è la prima volta che muoio. (Groucho)


8. Vivono tra noi, 1987Modifica

  • Lo sai cosa disse la goccia di sangue cadendo per terra? Oggi non sono in vena. (Groucho)


9. L'eterna illusione, 2003Modifica

  • Viene verso di me, tranquillo, implacabile, come tutte le altre volte. Ma oggi non ho paura. Forse è il dolore a impedirmelo. Il dolore insopportabile che mi artiglia le viscere. So che lui farà cessare quell'agonia, come ha sempre fatto. Non per cattiveria, né per bontà. Semplicemente perché deve. Perché Fallen è la morte. Uno strano tipo di morte. Fallen è la morte dell'amore. (Dylan Dog)

Citazioni su Dylan DogModifica

  • Le prospettive creative del fumetto, un medium che ha ormai ottenuto un riconoscimento culturale, sono ottime. Si potranno sviluppare un sacco di cose nuove, come è stato per il teatro: la sperimentazione, la ricerca! Sono sicuro che verranno prodotte storie splendide. Ma che non venderanno 800mila copie come vendeva Dylan Dog. (Antonio Serra)
  • Posso leggere la Bibbia, Omero o Dylan Dog per giorni e giorni senza annoiarmi. (Umberto Eco)

NoteModifica

  1. Confronta anche Jack lo squartatore, n. 2 e Dal profondo, n. 20.
  2. L'esclamazione ricorrente di Dylan "Giuda Ballerino", presente già dal primo albo e mai persa nel corso degli anni, è oggetto di una leggenda urbana molto ricorrente tra i fan, che vuole che tale esclamazione sia stata usata per la prima volta nell'albo crossover Dylan Dog e Martin Mystère – Ultima fermata: l'incubo!, quando davanti ai due protagonisti si spalancò una voragine oltre la quale videro l'inferno. Tuttavia Dylan usa l'espressione "Giuda Ballerino" anche in un flashback sulla propria adolescenza, nel numero 74 (Il Lungo Addio, del 1993). Tiziano Sclavi, in un'intervista pubblicata sulla rivista Il mucchio selvaggio nel luglio 2005, rivela che l'esclamazione apparteneva ad un suo amico di lunga data, il giornalista (nonché sceneggiatore del fumetto) Gianluigi Gonano; inoltre dichiara: "'Giuda Ballerino' è tra le cose che mi piacciono meno di Dylan, personalmente glielo faccio pronunciare il meno possibile". In origine, secondo quanto specificato nella ristampa dell'albo 27 Ti ho visto morire, "Giuda Ballerino" (Jumping Judas) è l'imprecazione usata dal capitano McNaught, un personaggio del racconto Allamagoosa del 1955 di Eric Frank Russell, tradotto in italiano, con il titolo di Sarchiapone, proprio da Gonano.
  3. Il riferimento è alla celebre battuta ricorrente nei film di James Bond: "Bond, James Bond".

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale