Fandom

Dylan Dog Wiki

Dellamorte Dellamore

30pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
Questo articolo usa materiale tratto dalla pagina Dellamorte Dellamore di Wikipedia, disponibile su licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.


Dellamorte Dellamore è un film del 1994, diretto da Michele Soavi.

DellamorteDellamore.jpg

È tratto dal romanzo omonimo di Tiziano Sclavi, che erroneamente viene considerato un prototipo del fumetto Dylan Dog. Tale errore è dovuto a due fattori: il primo, meno noto, dovuto alle illustrazioni del romanzo, affidate ad Angelo Stano (primo disegnatore di Dylan Dog); secondo è il fatto che l'attore protagonista del film è Rupert Everett, che ispirò le sembianze di Dylan Dog, quando Sclavi vide un film che lo vedeva protagonista, probabilmente Another Country - La scelta, uscito nel 1984, due anni prima del battesimo editoriale del personaggio.

A giudicare dai titoli di coda e da alcuni fotogrammi il film risulta girato in Umbria, Abruzzo e Lazio. La maggior parte delle scene è stata girata nel comune di Guardea, un piccolo paese nella provincia di Terni.

Una località di nome Buffalora, che nel film è il comune immaginario dove si svolge la trama, esiste davvero. Nella realtà essa è una frazione di Brescia.

TramaModifica

Francesco Dellamorte (Rupert Everett) è il guardiano del cimitero di Buffalora, un paese immaginario; vive nel camposanto completamente isolato dal mondo e dalla vita sociale assieme all'aiutante Gnaghi (François Hadji-Lazaro) il quale è incapace di parlare e ha apparentemente il quoziente intellettivo di un bambino.
L'"abitudinaria" vita di Francesco (mantenere le tombe, collezionare necrologi e di conseguenza cancellare i deceduti dall'elenco del telefono) è da un po' di tempo movimentata da una strana epidemia: entro sette giorni dal decesso gran parte dei morti si risvegliano come zombie (da lui definiti "ritornanti") ed è costretto a colpirli in testa per neutralizzarli definitivamente. Ma ciò che sconvolgerà Francesco sarà l'incontro con una bellissima vedova (Anna Falchi) che cambierà la sua vita abitudinaria per sempre.

AccoglienzaModifica

Il film è stato apprezzato di più all'estero che in Italia. Secondo Michele Soavi: «Era un film anomalo: non era solo un film di genere, poteva diventare un fiasco micidiale per la sua stupidità: nel senso che, comunque, aveva un umorismo da fumetto... La gente o vuole ridere o vuole aver paura, in mezzo non c'è niente, se ci vai esplori una terra di nessuno»[1].

Dellamorte e Dylan DogModifica

Francesco Dellamorte è menzionato in due episodi di Dylan Dog; quando Dylan è in un cimitero alle prese con una tomba, esclama: "Se mi vedesse il mio amico Dellamorte... penserebbe che voglio rubargli il mestiere!"[2] e nel numero 205 mentre pedina un uomo che scopre essere un becchino e dice: "E allora? È un lavoro come un altro, dopotutto... su un mio amico italiano hanno fatto anche un film!"[3] Compare inoltre nell'albo fuori serie "Orrore nero".

NoteModifica

  1. Marco Giusti, Dizionario dei film italiani stracult, Roma, Frassinelli, 1999.
  2. http://www.cravenroad7.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=3240&whichpage=39 Dylan Dog Forum - Gioco di citazioni dyd vol 5.2
  3. Dylan Dog #205, "Il compagno di scuola"

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale